Gué Pequeno e la piramide massonica

Cosa troverai in questo articolo

Cosimo Fini, meglio conosciuto con gli pseudonimi di Guè Pequeno, Il Guercio o Lucky Luciano, è un rapper e produttore discografico italiano.

Membro del gruppo hip hop “Club Dogo“, attivo fino al 2015 e attualmente in pausa.

Nel 2011 ha fondato la propria etichetta indipendente insieme a Dj Harsh, la Tanta Roba Label.

Tanta Roba Label

Logo di Tanta Roba Label
Logo di Tanta Roba Label

La prima osservazione la facciamo sul logo. Ne abbiamo già parlato in questo articolo, ma vale la pena ritornarci.

Il logo a forma piramidale richiama la piramide massonica presente anche sul dollaro americano.

Piramide massonica
Piramide massonica
Piramide massonica
Piramide massonica

Ciò che suscita un certo sconforto è il cambiamento avvenuto in alcuni artisti, come lui, dopo aver deciso di affidarsi a questa etichetta discografica.

In questo articolo, analizzeremo i lavori di Gue Pequeno da solista, senza contare gli album con i Club Dogo.

La carriera solista

Nel 2011 (stesso anno della fondazione dell’etichetta) esce il primo album da solista del rapper (dopo 7 con i Club Dogo) dal titolo “Il ragazzo d’oro“.

Copertina dell'album
Copertina dell’album

Se hai intrapreso il percorso da un po’ di tempo, saprai ormai che gli Illuminati sfruttano i mezzi di comunicazione per diffondere messaggi subliminali a sfondo satanico e massonico.

Il primo indizio lo troviamo nel video del singolo “Non lo spegnere“.

Immagine dal videoclip
Immagine dal videoclip

La croce rovesciata (pur essendo tipica satanista) è probabilmente una coincidenza, poiché semplicemente impressa sulla maglietta.

Di solito in un video i vestiti vengono scelti accuratamente… Ma, oltre questo, dobbiamo sottolineare che la croce rovesciata ed altri simboli satanici accomunano anche altri esponenti dell’etichetta fondata da Gué Pequeno.

Salmo
Salmo
Croce rovesciata
Croce rovesciata

Ritornando al video de “Il ragazzo d’oro”, si nota il tipico gesto del 666 satanico con le mani.

Immagine dal video
Immagine dal video
Immagine dal video
Immagine dal video
Immagine dal video
Immagine dal video

In genere gli artisti cercano di mascherare questo gesto (senza redimersi tuttavia dal farlo), ma ci sono pochi dubbi quando lo si porta all’occhio.

666 e occhio
666 e occhio
666 e occhio
666 e occhio
666 e occhio
666 e occhio

Nel video del singolo “La G la U e la E“, notiamo più volte il gesto delle corna, che non va demonizzato se da solo… ma se inserito insieme alla croce rovesciata e al 666, le cose cambiano del tutto.

Immagini del video
Immagini del video
Immagini del video
Immagini del video
Immagini del video
Immagini del video

Sul singolo “Figlio di Dio“, facciamo un’osservazione sul testo, nel quale Gué Pequeno attacca la figura di Cristo.

“Il figlio di Dio stava coi bugiardi e le pu**ane come faccio io”

“Gesù non ha mai insegnato un ca**o a nessuno. non ha mai salvato l’umanità, cercava solo l’attenzione della folla”

Così come abbiamo già detto per alcuni artisti che, nei propri brani, portano avanti la stessa linea di pensiero, accettiamo la non fede da un non credente poiché libero nel pensiero.

Il dubbio sorge nel momento in cui questi artisti attaccano la religione e inseriscono nei propri video croci rovesciate e simbologia satanica.

A questo punto, più che parlare di “libero pensiero”, andrebbe interpretato come un’opera di convincimento.

Gli Illuminati hanno, tra le altre cose, l’obiettivo di eliminare il Cristianesimo e di diffondere la non fede.

Sfruttare il satanismo e messaggi così attraverso la musica ha il suo senso.

O credi ancora sia tutto una coincidenza?

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Diventa un Novizio

Prima di continuare il tuo percorso...

Aspetta!

Scarica l'Ebook per avere le conoscenze fondamentali